Cassazione: l’aerazione dei locali refettorio e servizi igienici deve essere collegata all’esterno

Share Button

Con sentenza 42424 del 22 Ottobre 2015, la Cassazione rifiutava io ricorso di un datore di lavoro condannato in primo grado per non aver ottemperato alle prescrizioni fatte dell’ispettore ASL circa la mancata aerazione di alcuni locali, nella fattispecie, i locali refettorio e servizi igienici.

Il datore di lavoro, per adempiere alla prescrizione aveva installato un sistema di aerazione forzata collegata all’impianto di aerazione dello stabilimento.

La Cassazione ritiene invece che per i locali di sevizio l’aerazione debba essere collegata direttamente all’esterno per non avere una contaminazione degli ambienti di servizio con l’aria del reparto produttivo.

Questo articolo è stato pubblicato in News il da .

Informazioni su Ing. Fabio Rosito

Dal 2003 mi occupo di sicurezza sul lavoro, prima come dipendente in aziende di consulenze, poi come libero professionista. La mia attività prevede l'assistenza delle aziende nell'individuare i punti di maggior rischio e nel definire gli interventi di miglioramento necessari. Email: fabio.rosito@sti-consulenze.it Tel. 329/64.12.255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*