29/09/2015

SICUREZZA E SALUTE DEI LAVORATORI


Controlli alcolemici per mansioni di guida occasionale

Share Button

Nel periodico “Domande e risposte in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro”, aggiornato a luglio 2015, del gruppo di lavoro Info.Sicuri della Regione Piemonte sono pubblicate interessanti risposte in merito alla sorveglianza sanitaria per coloro che svolgono mansioni comprese nell’allegato I dell’Accordo Stato-Regioni del 16/3/2006.

Viene chiarito che anche la guida occasionale di mezzi di trasporto comporta l’attivazione dei controlli alcolemici previsti dalla legge 125/2001.

Ecco la risposta completa: L’Allegato I dell’Accordo Stato-Regioni del 16 marzo 2006 fa riferimento a «mansioni inerenti le seguenti attività di trasporto» tra le quali vi sono anche gli «addetti alla guida di veicoli stradali per i quali è richiesto il possesso della patente di guida categoria B, C, D, E». Si deve pertanto ritenere che sono compresi coloro che svolgono (anche di fatto) mansioni per attività di trasporto (commessi, autotrasportatori, ecc.), anche saltuariamente, e non anche chi guida, sia pure per ragioni di servizio, auto aziendali, ma che non svolge mansioni inerenti le attività di trasporto.

In un’altro quesito viene richiesto se debbano essere sottoposti ai medesimi controlli anche coloro che manovrano montaferetri con operatore a bordo. Anche in questo caso il gruppo di lavoro della Regione consiglia di attivare i controlli alcolemici.

Consigliamo di seguire periodicamente gli aggiornamenti del gruppo di lavoro al sito http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/sicurezza


Commenti “Controlli alcolemici per mansioni di guida occasionale

  1. Ing. Fabio Rosito

    Come anche ribadito nelle linee guida della Lombardia, riguardo i carrelli elevatori, i controlli alcolimetrici sono da ritenersi un elemento abilitante allo svolgimento di una certa attività, come il corso di formazione. Pertanto, vanno sottoposti a controllo tutti quelli adibiti ad una mansione che, potenzialmente, può prevedere attività soggette al controllo dell’alcol e non solo chi quell’attività la svolge in maniera continuativa.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*