Reso disponibile il software per la comunicazione annuale dei rifiuti

Share Button

E’ stato reso disponibile sul sito di Ecocerved (mud.ecocerved.it) il software per la predisposizione del Modello Unico di Dichiarazione dei Rifiuti (MUD 2014) relativamente ai dati di cui all’anno 2013.
La comunicazione telematica è obbligatoria per queste tipologie di rifiuti:
– Comunicazione Rifiuti Speciali;
– Comunicazione Veicoli fuori uso;
– Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche;
– Comunicazione Imballaggi, sezione Consorzi;
– Comunicazione Imballaggi, sezione gestori rifiuti da imballaggio.
La spedizione telematica alle Camere di commercio deve essere effettuata tramite il sito www.mudtelematico.it.
Prima della scadenza, ovvero il 30 aprile 2014, il dichiarante deve, utilizzando il software messo a disposizione o altri software in commercio, predisporre un file da spedire alla Camera di Commercio competente per territorio.
I soggetti dichiaranti che intendono, o che devono avvalersi di questa modalità di invio, debbono essere in possesso di un dispositivo di firma digitale (Smart Card o Carta Nazionale dei Servizi o Business Key) valido al momento dell’invio.
Il file trasmesso per via telematica può recare le dichiarazioni relative a più unità locali afferenti alla stessa CCIAA competente territorialmente, sia appartenenti ad un unico soggetto dichiarante che appartenenti a più soggetti dichiaranti.
Le associazioni di categoria e gli studi di consulenza possono inviare telematicamente i MUD compilati per conto dei propri associati e dei propri clienti apponendo cumulativamente ad ogni invio la propria firma elettronica, sulla base di espressa delega scritta dei propri associati e dei clienti (i quali restano responsabili della veridicità dei dati dichiarati) che deve essere mantenuta presso la sede delle medesime associazioni e studi.
Per spedire via telematica è necessario:
1. essere registrati al sito www.mudtelematico.it (clicca qui per la registrazione);
2. disporre di una firma digitale, che può essere quella dell’associazione di categoria, del consulente, del professionista o di altri soggetti che curano, per conto del dichiarante, la compilazione.
I diritti di segreteria ammontano a 10,00 € per dichiarazione, e vanno pagati esclusivamente con carta di credito o con Telemaco Pay (https://telemaco.infocamere.it).
Non sono valide ai fini di legge, dichiarazioni inviate con altre modalità, quali ad esempio, supporti magnetici.
Le istruzioni dettagliate per la trasmissione via telematica del Modello Unico di Dichiarazione ambientale sono rese disponibili anche tramite i siti Internet:
– del Ministero dello Sviluppo Economico (http://www.sviluppoeconomico.gov.it);
– del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (http://www.minambiente.it);
– dell’ISPRA (Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale) (http://www.isprambiente.gov.it);
– dell’Unioncamere (http://www.unioncamere.it);
– di Infocamere (http://www.infocamere.it);
– di Ecocerved (http://www.ecocerved.it).
Ricordiamo che l’obbligo di predisporre il MUD 2014 è previsto per:
1. produttori iniziali di rifiuti
– Pericolosi
– Non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi, se il produttore ha più di 10 dipendenti;
2. imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti.
3. soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti , compreso il trasporto di rifiuti pericolosi prodotti dal dichiarante;
4. commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione. I soli soggetti che producono, nella propria Unità Locale, non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, su supporto cartaceo, tramite la Comunicazione Rifiuti Speciali Semplificata, invece della comunicazione telematica.

Questo articolo è stato pubblicato in News il da .

Informazioni su Ing. Fabio Rosito

Dal 2003 mi occupo di sicurezza sul lavoro, prima come dipendente in aziende di consulenze, poi come libero professionista. La mia attività prevede l'assistenza delle aziende nell'individuare i punti di maggior rischio e nel definire gli interventi di miglioramento necessari. Email: fabio.rosito@sti-consulenze.it Tel. 329/64.12.255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*