Pubblicato il D.P.C.M. 22/03/2020 sul blocco delle attività produttive

Share Button

E’ stato pubblicato il D.P.C.M. 22/03/2020 relativo ad un’ulteriore stretta che determinerà la chiusura anche di alcune attività produttive lasciando escluse quelle essenziali.

1) Con questo decreto, sono sospese tutte le attività industriali e commerciali, ad eccezione di quelle riportate nell’allegato 1.
2) Le persone fisiche non potranno trasferirsi o spostarsi in un comune diverso rispetto a quello in cui si trovano al momento a meno di: comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. Non è più permesso il trasferimento per rientrare al proprio domicilio.
3) Le attività sospese possono operare solo in modalità di lavoro agile.
4) Sono escluse dalla sospensione “le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere di cui all’allegato 1, nonchè dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali […] previa comunicazione al Prefetto […] nel quale sono indicate specificatamente le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei prodotti e servizi attinenti alle attività consentite; il Prefetto può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni di cui al periodo precedente. Fino all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività essa è legittimamente esercitata sulla base della comunicazione resa”
5) sono consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità;
6) è consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché dei prodotti agricoli e alimentari;
7) sono consentite le attività di impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti;
8) sono consentite le attività dell’industria e dell’aerospazio e della difesa, nonché altre attività di rilevanza strategica previa autorizzazione del Prefetto;

Per tutte le aziende che devono sospendere l’attività, hanno tempo fino al 25 marzo per mettere in atto gli interventi necessari alla sospensione, compresa la spedizione.

Questo articolo è stato pubblicato in News il da .

Informazioni su Ing. Fabio Rosito

Dal 2003 mi occupo di sicurezza sul lavoro, prima come dipendente in aziende di consulenze, poi come libero professionista. La mia attività prevede l'assistenza delle aziende nell'individuare i punti di maggior rischio e nel definire gli interventi di miglioramento necessari. Email: fabio.rosito@sti-consulenze.it Tel. 329/64.12.255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*