Al.Pi.Ris.Ch.: il nuovo modello della Regione Piemonte per la valutazione del rischio chimico

Share Button

Con il D.D. 563 del 20/09/2016, viene aggiornato il modello applicativo della Regione Piemonte per la valutazione del rischio chimico. AimSafe ha già implementato le modifiche.

Già nel 2003, la Regione Piemonte si era resa protagonista di un’opera meritevole: fornire ai soggetti interessati alla sicurezza un modello per la stima del rischio chimico, da affiancare alla valutazione del rischio, per avere un valore complessivo, appunto stimato, da confrontare con dei valori di soglia atti a definire o meno l’applicabilità del termine di “moderato”, modificato con l’avvento del D.Lgs. 81/2008 in “basso per la sicurezza e irrilevante per la salute”.

Il modello è stato poi allineato a questa nuova dicitura e all’entrata in vigore del CLP, con la versione del 2013. Ora, viene emanato un ulteriore aggiornamento.

Le modifiche apportate sono sostanzialmente sul livello di gravità assegnato alle frasi di pericolo e alle frasi di rischio:
H315 Corrosione/irritazione cutanea, cat. 2 – Provoca irritazione cutanea
Perde la gravità 1 per inalazione ma la tiene per il cutaneo
EUH066 L’esposizione ripetuta può provocare secchezza o screpolature della pelle.
Perde la gravità 1 per inalazione ma la tiene per il cutaneo
H317 Sensibilizzazione della pelle, cat. 1 ** – Può provocare una reazione allergica cutanea
Passa da gravità 2 a gravità 3
H300 Tossicità acuta (per via orale), cat. 1 e 2 – Letale se ingerito
Passa da gravità 3 a gravità 4
H314 Corrosione/irritazione cutanea, cat. 1A, 1B e 1C – Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari
Perde la gravità 3 inalazione ma la mantiene per il cutaneo
H334 Sensibilizzazione delle vie respiratorie, cat. 1 ** – Può provocare sintomi allergici o asmatici o difficoltà respiratorie se inalato
Passa da gravità 3 a gravità 4
H310 Tossicità acuta (per via cutanea), cat. 1 e 2 – Letale per contatto con la pelle.
Passa da gravità 4 a gravità 5
H330 Tossicità acuta in caso di inalazione, cat. 1 e 2 – Letale se inalato
Passa da gravità 4 a gravità 5

Analogamente, succede anche per le frasi R.

All’interno di AimSafe, abbiamo provveduto ad aggiornare i valori di gravità in modo che siano già coerenti con il nuovo modello. Per le valutazioni del rischio chimico già fatte in precedenza con AimSafe, basterà ristampare i documenti per avere i valori già aggiornati.

Questo articolo è stato pubblicato in News il da .

Informazioni su Ing. Fabio Rosito

Dal 2003 mi occupo di sicurezza sul lavoro, prima come dipendente in aziende di consulenze, poi come libero professionista. La mia attività prevede l'assistenza delle aziende nell'individuare i punti di maggior rischio e nel definire gli interventi di miglioramento necessari. Email: fabio.rosito@sti-consulenze.it Tel. 329/64.12.255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*