Rischio chimico

Documentazione e applicativi per la valutazione del rischio chimico e la sua gestione.

Con l’approvazione del Piano Regione Amianto quinquennio 2016 – 2020 entra definitivamente in vigore l’obbligo per soggetti pubblici e privati proprietari di edifici, impianti, luoghi, mezzi di trasporto e manufatti in genere con presenza di amianto di comunicare la presenza degli stessi all’ASL competente per territorio. Come espressamente indicato, la comunicazione non ha carattere di autodenuncia, ma solo di mera comunicazione.

Si ricorda inoltre l’obbligo di nominare un responsabile del piano di controllo e manutenzione dei manufatti contenenti amianto entro la fine dell’anno. Tale figura dovrà avere ricevuto idonea formazione come stabilito dal Piano Regionale Amianto 2016 – 2020.

Sotto si riporta l’estratto dal sito della Regione Piemonte con le informazioni relative. STI per mezzo dei suoi tecnici si rende disponibile a supportare coloro che abbiano manufatti contenenti amianto nell’ambito della comunicazione da effettuare entro e non oltre il 29 Dicembre 2017.

“Piano Regionale Amianto 2016 – 2020

In data 1 marzo 2016 il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato il Piano regionale di protezione dell’ambiente, di decontaminazione, di smaltimento e di bonifica ai fini della difesa dai pericoli derivanti dall’amianto (Piano Regionale Amianto) per gli anni 2016-2020, qui consultabile e scaricabile. Il Piano Regionale Amianto esamina le problematiche di natura sanitaria e ambientale, delineando obiettivi e strategie operative da perseguire su più fronti, tra i quali la mappatura dei siti con presenza di amianto di origine naturale ed antropica, la bonifica dei siti con amianto in matrice friabile e compatta e dei siti di interesse nazionale, le problematiche relative allo smaltimento dei rifiuti provenienti dalle bonifiche, indicazioni di carattere geologico per la progettazione di opere in aree con presenza naturale di amianto.

Scheda per la comunicazione della presenza di amianto ai sensi dell’art. 9 della L.R. 30/2008
La L.R. 30/2008 stabilisce che i soggetti pubblici e i privati proprietari di edifici, impianti, luoghi, mezzi di trasporto, manufatti e materiali con presenza di amianto o di materiali contenenti amianto comunichino tale presenza all’ASL competente per territorio.”

dott. Umberto Aprile


Linee guida della Regione Piemonte per la valutazione del rischio chimico.

modelloapplicativodellaregionepiemonte


Inforisk, il programma realizzato dalla Regione Piemonte per la stima del rischio chimico. Eseguibile.

Username: Demo, Password: Demo.

Scarica il file