D.P.C.M. 11 giugno 2020: cosa succede dal 15 giugno?

Share Button

E’ stato firmato il nuovo D.P.C.M. 11 giugno 2020 che rimodula le misure per evitare la trasmissione del contagio sul territorio nazionale.
Le singole Regioni, possono deliberare andando ad integrare le misure indicate o rinviando l’apertura di alcune tipologie di attività previste dal D.P.C.M.

Analizziamo i contenuti principali del Decreto per quanto concerne le attività di lavoro.
1) Possono riprendere l’attività le sale giochi, scommesse e bingo;
2) Possono riprendere gli spettacoli aperti al pubblico quali teatri, concerto, cinema ecc.;
3) Le scuole possono organizzare attività ludiche, ricreative ed educative;
4) Possono riprendere i corsi di formazione in materia di sicurezza e salute dei lavoratori;
5) Possono riprendere le attività dei centri benessere, termali, culturali e sociali;

In allegato al DPCM sono riportate le indicazioni aggiornate per le attività aperte al pubblico che ci dovranno adeguare alle nuove misure previste.

Per quanto concerne le attività professionali, rimane l’indicazione di sfruttare ancora il lavoro agile quando possibile.

Per le attività produttive, rimane l’applicazione dei Protocolli d’Intesa del 24/04/2020, per industria, commercio ed edilizia, e del 20/03/2020 per trasporto e logistica.

Rimane l’obbligo, per i cittadini, di indossare protezione delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico o dove non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza.

Le indicazioni contenute varranno fino al 14 luglio 2020.

In allegato al DPCM troviamo:
Protocolli d’intesa per la ripresa delle celebrazioni
Linee guida per le opportunità di socialità e gioco per bambini e adolescenti
Linee guida per la riapertura delle attività economiche (aggiornamento 11/06/2020)
Protocolli d’intesa
Questo articolo è stato pubblicato in News il da .

Informazioni su Ing. Fabio Rosito

Dal 2003 mi occupo di sicurezza sul lavoro, prima come dipendente in aziende di consulenze, poi come libero professionista. La mia attività prevede l'assistenza delle aziende nell'individuare i punti di maggior rischio e nel definire gli interventi di miglioramento necessari. Email: fabio.rosito@sti-consulenze.it Tel. 329/64.12.255

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*